Innovazione. Capone: “Oltre 1,4 miliardi di investimenti regionali”

BARI - "La scelta della nostra regione come seconda tappa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

capone-BARI – “La scelta della nostra regione come seconda tappa del viaggio nell’innovazione italiana è un segno di fiducia nei confronti dell’intero sistema  Puglia”. Lo ha detto l’assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone intervenendo quest’oggi alla tappa pugliese del “Viaggio nell’Italia che innova”, evento organizzato dal Sole 24 Ore e Confindustra, in collaborazione con EY. Dopo l’Emilia Romagna la Puglia è la seconda regione scelta, seguiranno la Lombardia, il Lazio e la Campania.
Per noi amministratori – ha continuato l’assessore – il cambiamento è fonte di responsabilità e consapevolezza. Nella crisi avevamo due alternative: subirla o cavalcarla. Allora abbiamo puntato su ricerca e innovazione. Non avevamo start up innovative, adesso ne abbiamo 200. All’innovazione abbiamo destinato più di 1,4 miliardi di euro di risorse pubbliche, movimentando investimenti e disseminando innovazione nelle imprese e nelle infrastrutture. Entro il 30 giugno 2016 la Puglia sarà interamente connessa a 30 Megabit. Ma non basta perché si tratta di zone bianche. Quelle nere, nelle quali investono i privati, da noi sono ancora pochissime rispetto al Nord. Ecco perché ci siamo battuti per riavere le risorse  Fsc (ex Fas) destinate al Mezzogiorno. Questo per noi significa  movimentare nuovi investimenti, quindi accrescere l’attrattività della Puglia”.
Quello dell’innovazione – ha concluso l’assessore – non è un tema solo pubblico ma anche privato. La Silicon Valley altrimenti resta solo un’opportunità e mai una realizzazione. E tuttavia imprenditori piccoli medi e grandi con il coraggio come caratteristica comune e ricercatori audaci, in questi anni, stanno rapidamente cambiando la Puglia. Con una buona dose di sogno e con tanti investimenti sento di poter dire, con le parole del professor Alessandro Sannino: tra vent’anni non sarà la Puglia a diventare la California ma sarà la California a desiderare di diventare come la Puglia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»