Your monthly usage limit has been reached. Please upgrade your Subscription Plan.

Italia
°C

Fondo sociale europeo. Giunta approva pianificazione 2016

TRIESTE -  La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
ueTRIESTE –  La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato, su proposta dell’assessore regionale al Lavoro, Formazione, Istruzione, Pari opportunità, Politiche giovanili, Ricerca e Università, Loredana Panariti, la “Pianificazione periodica delle operazioni – PPO – annualità 2016”, ovvero il documento con il quale vengono pianificate le operazioni, anche di carattere pluriennale, da attivare nel 2016 nell’ambito del Programma operativo del Fondo sociale europeo 2014/2020 (Por Fse). Il documento approvato oggi offre anche un resoconto sull’avanzamento delle attività del Ppo 2014 e 2015.
Le operazioni si  sviluppano all’interno di programmi specifici, in un quadro di coerenza con le linee strategiche delineate dal Por Fse  stesso e con una declinazione che tiene conto delle esigenze specifiche del territorio, relative allo sviluppo delle politiche per l’occupazione e per il rafforzamento della competitività delle imprese e delle competenze del capitale umano.
Nel dettaglio, il Ppo 2016  individua una previsione di spesa complessiva pari a euro 28.251.895,90 cosl distribuiti: 27.032.461,39 per il 2016, 1.119.434,51 per il 2017 e 100.000,00 per il 2018. L’attuazione del Ppo 2016, come è stato illustrato, avviene a cura dell’Autorità di gestione del Por Fse, individuata nell’ambito del Servizio programmazione e gestione interventi formativi della Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca e università. La concreta realizzazione dei programmi specifici è curata dalle strutture dell’amministrazione regionale competenti in relazione alle materie oggetto dei programmi specifici.
Il Ppo 2016 concentra gli interventi sull’asse 1 (occupazione) e sull’asse 2 (inclusione sociale e lotta alla povertà), con interventi funzionali a migliorare le possibilità di accesso al lavoro  delle persone a rischio di disoccupazione di lunga durata, dei giovani e delle persone in condizioni di svantaggio.
   Lo scorso 18 febbraio, il Ppo 2016 h stato oggetto di concertazione con il partenariato economico – sociale; il Tavolo di concertazione con le parti sociali ha espresso parere positivo sul documento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»