Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Libia, liberati i due ostaggi italiani rapiti a luglio

La Farnesina rende noto che "non sono piu' nelle mani dei loro rapitori, si trovano ora sotto la tutela del Consiglio militare di Sabrata e sono in buona salute"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

calcagno_pollicardo

ROMA  – “Sono stati liberati questa mattina a Sabratha i due operai italiani ancora in mano all’Isis. Secondo le prime notizie Gino Pollicardo e Filippo Calcagno sarebbero in buone condizioni di salute”. Lo ha scritto stamattina il giornalista Domenico Quirico sul sito della Stampa di Torino. E arriva anche la conferma della Farnesina. Il ministero degli Esteri “conferma che i due italiani rapiti in Libia a luglio, Filippo Calcagno e Gino Pollicardo, tecnici della ditta Bonatti, non sono piu’ nelle mani dei loro rapitori, si trovano ora sotto la tutela del Consiglio militare di Sabrata e sono in buona salute”.

biglietto_ostaggi_libia

“Io sono Gino Pollicardo e con il mio collega Filippo Calcagno oggi 5 marzo (sic) 2016 siamo liberi e stiamo discretamente fisicamente ma psicologicamente devastati, abbiamo bisogno di tornare urgentemente in Italia”. Questo quanto si legge in un biglietto manoscritto pubblicato sulla pagina Facebook del Sabratha Media Center, “un’organizzazione non governativa fondata da alcuni media nella città di Sabratha”, si legge nella descrizione.

فيديو للايطاليين الذين تم تحريرهما

Pubblicato da ‎المركز الإعلامي صبراتة – Sabratha Media Center‎ su Venerdì 4 marzo 2016

Foto e video Sabratha Media Center

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»