Progetto Lilt-Regione Lombardia: prevenzione online per un milione di persone

Battezzato 'Regala un’ora di prevenzione', permetterà di coinvolgere le aziende del territorio sui temi della prevenzione e della lotta ai tumori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “La pandemia e lo smartworking non devono rappresentare un freno alla prevenzione”. Così Emanuele Monti, presidente della Commissione Sanità del Pirellone, ha presentato ‘Regala un’ora di prevenzione’, un progetto della Regione e di Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) che permetterà di coinvolgere le aziende del territorio sui temi della prevenzione e della lotta ai tumori. L’obiettivo dell’iniziativa, nata in collaborazione con Assolombarda e Aidp (Associazione italiana direzione del personale), è quello di superare il problema del distanziamento sociale: in questo modo potranno essere raggiunti online anche lavoratori in sedi diverse, dipendenti in smartworking e gli staff impegnati in attività dalle quali non è possibile allontanarsi.

“Il progetto presentato oggi- aggiunge Monti- per la sua peculiarità e importanza strategica è destinato a diventare di carattere nazionale e la Lombardia farà fino in fondo la sua parte affinché nel più breve tempo possibile assuma questa dimensione”. Per Marco Alloisio, presidente di Lilt Milano e Monza Brianza, questa nuova rete di welfare aziendale è “un’opportunità per prevenire fino al 40% dei tumori e per imparare i corretti stili di vita dalla voce di medici ed esperti nel luogo di lavoro, dove trascorriamo una parte considerevole della giornata”. Secondo Monti, grazie ai format digitali il progetto potrà coinvolgere “un milione di persone”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»