Il 15 febbraio riapre la Casa del Cinema, con mostra su Mario Monicelli

Un borghese piccolo piccolo
Proseguono gli appuntamenti on line con i racconti sul Cinema di Mario Monicelli, commentati dal critico Alberto Crespi, in compagnia di protagonisti della cultura, a cominciare dallo scrittore Paolo di Paolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Casa del Cinema di Roma e il Centro Sperimentale di Cinematografia hanno annunciato che da lunedì 15 febbraio fino alla fine di marzo sarà possibile visitare dal vivo la grande mostra fotografica ‘Mario Monicelli’ realizzata dal CSC e ospitata nelle sale Amidei e Zavattini di Casa del Cinema. “Per tutti gli appassionati di Cinema- ha detto il direttore Giorgio Gosetti- è una bella notizia che Casa del Cinema ritorni ad essere uno spazio di incontro e di scoperte nel cuore di Villa Borghese. Grazie all’impegno di Zetema e alla collaborazione di Csc-Cineteca Nazionale, riapriamo con un viaggio emozionante sui set di uno dei maggiori autori del Cinema italiano, dagli esordi in coppia con Steno alla fine degli Anni 40 (Totò cerca casa) fino ai capolavori più celebri come I soliti ignoti, La grande guerra, L’armata Brancaleone, Amici miei, Speriamo che sia femmina. Mi auguro che da lunedì in poi il nostro pubblico scopra le nostre proposte sia dal vivo che sulla rete, dove l’attività della Casa è rimasta attivissima in tutti questi mesi”. Infatti, ogni lunedì alle ore 11, sul sito di Casa del Cinema e sui social network della Casa e del Csc proseguiranno nelle prossime settimane i racconti sul Cinema di Mario Monicelli suggeriti dalle foto esposte in mostra, commentati dal critico Alberto Crespi in compagnia di protagonisti della cultura a cominciare dallo scrittore Paolo di Paolo (lunedì 15 febbraio).

A largo Marcello Mastroianni (dove nel frattempo si è riaperta anche la caffetteria di Vyta) ogni giorno dal lunedì al venerdì tra le 10 e le 18, ad ingresso gratuito ma contingentato e in perfetta sicurezza, il pubblico potrà trovare, allo spazio Age&Scarpelli di Casa del Cinema, anche la ripresa della mostra ‘Fellini tra tavola e cucina, ricordando l’Artusi‘ che è rimasta chiusa dal 26 ottobre e che adesso sarà visitabile fino al 31 marzo. La mostra, curata da Antonio Maraldi è prodotta e organizzata da: Centro Cinema Città di Cesena, Regione Emilia Romagna, Casa Artusi di Forlimpopoli, Cineteca del Comune di Rimini; in collaborazione con: Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale di Roma; Cinemazero di Pordenone, Barilla G. & R F.lli SpA, Centro Cinema Città di Cesena. Tra gli appuntamenti previsti invece online per la prossima settimana vanno segnalate tre attese novità: la terza edizione, questa volta in forma virtuale, di ‘Sensuability: ti ha detto niente la mamma?’ con cui torna la prima mostra di fumetto e illustrazione in Italia a tema sessualità e disabilità, che combatte gli stereotipi con il linguaggio dell’arte. Quest’anno sarà fruibile online, su www.sensuability.it. 88 le opere selezionate dal concorso. Tra gli artisti ospiti della mostra: Fabio Magnasciutti, Frida Castelli, Luca Enoch, Stefano Tartarotti, Frad, Virginia Cabras, Nicoletta Sant’Agostino, Luc Garonz, Eugenio Saint Pierre, Daniel Cuello, Marco Gavagnin. Dal 18 febbraio invece, grazie alla collaborazione con Ermitage Cinema, prende il via per quattro giovedì la rassegna cinematografica in rete ‘Classicamente Horror’ con quattro capolavori del Cinema muto: Il fantasma dell’opera, Il gobbo di Notre Dame, Il castello degli spettri, Dottor Jeckyll e Mr. Hyde. Infine ogni venerdì (dal 19 febbraio) Casa del Cinema e Bibliotheka Edizioni propongono in rete i cinque appuntamenti della collana ‘Al Cinema con un libro’ che avranno tra i protagonisti Giorgio Gobbi, Urs Althaus, Fabio Traversa, Enrico Vanzina e – per il gran finale – Lino Banfi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»