VIDEO | Al via Breast Care, il premio per progetti di innovazione e cura del tumore al seno metastatico

Progetto Komen con Pfizer, Italiacamp, Europa Donna e Aiom
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Oltre 50.000 all’anno i casi di tumore al seno in Italia, e 37.000 le donne con cancro della mammella metastatico. È in risposta a questi numeri che è stato istituito un primo premio del valore del 15.000 euro per il miglior progetto di innovazione e cura del tumore al seno metastatico, da presentare entro il 3 aprile sul sito di ItaliaCamp.

IL PREMIO THE BREAST CARE

Il suo nome è The BrEaST CARE, un’idea targata Komen Italia, che ha preso vita insieme a Pfizer e ItaliaCamp, in collaborazione con Fondazione AIOM ed Europa Donna. Il premio, presentato questa mattina all’Auditorium del ministero della Salute a Roma, ha l’obiettivo di favorire risposte e soluzioni concrete ai bisogni di cura peculiari di queste donne, per un miglioramento della loro qualità di vita. Da alcuni anni, infatti, “la Komen Italia ha istituito insieme a ItaliaCamp dei premi volti a sollecitare l’emergere di idee innovative nel campo della salute femminile”, ha ricordato Riccardo Masetti, presidente Komen Italia.

LA COLLABORAZIONE TRA KOMEN ITALIA E ITALIACAMP

La collaborazione tra queste due realtà nasce difatti nel 2016, e arriva a dar vita al premio ‘More Than Pink’, che promuove progetti in tema di welfare, educazione, innovazione tecnologica e salute 4.0. Due edizioni più tardi, More Than Pink valica i confini dello stivale, “e con centinaia di progetti arrivati da tutta Europa diventa un premio a carattere europeo”, continua Masetti. Così, dopo le diverse collaborazioni tra Komen Italia, Pfizer, Fondazione AIOM ed Europa Donna nasce nuovamente il bisogno di “potenziare questo tipo di percorso, attraverso un altro terreno su cui eravamo impegnati: il tumore al seno metastatico (Tsm)”, aggiunge il presidente Komen Italia.

LA SELEZIONE DEI PROGETTI

I progetti presentati entro aprile passeranno al vaglio di un comitato di esperti che ne selezionerà 5 da far arrivare fino alla premiazione, attesa per la 21esima edizione della Race for the Cure di Roma, al Circo Massimo tra il 14 e il 17 maggio 2020. La nascita di questo nuovo premio è stata possibile grazie alla collaborazione con Pfizer che, come ricorda Alberto Stanzione, direttore Oncologia dell’azienda, “ha come missione aziendale quella di un’innovazione che ha un suo senso soltanto se si muove nella direzione dei bisogni del paziente”. E grazie, ancora, all’amicizia che lega Komen Italia a ItaliaCamp, “che mette insieme chi ha la forza di idee innovative, con chi ha, invece, quella di trasformare queste idee in realtà”, puntualizza Leo Cisotta, presidente dell’associazione. Il premio The BrEaST CARE si fa forte, dunque, di una base ampiamente condivisa che unisce diverse anime: associazioni, istituzioni e società scientifiche, per “contribuire- conclude Masetti- a tenere alta l’attenzione e a generare nuove opportunità di cura per le donne che vivono questa difficile esperienza”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»