Renzi: “Sulla prescrizione difendiamo la legge Orlando, non quella firmata con Salvini”

Il leader di Italia Viva contro i dem per le regionali in Puglia: "Aiutiamo Salvini? No, siamo contro Emiliano"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Sapete da cosa si capisce che la nostra assemblea nazionale è andata benissimo? Dall’aumento delle fake news contro di noi. L’ultima bufala messa in giro dai mediocri è: “Renzi aiuta Salvini”. Siamo alle barzellette, ormai”. Lo dice Matteo Renzi, in un post su facebook, in cui pur senza citarlo se la prende anche col Pd.

LEGGI ANCHE: Prescrizione, Lezzi (M5s) avverte: “Non è negoziabile”. E minaccia crisi di governo

Abbiamo accettato un Governo persino con i grillini pur di mandare a casa l’uomo che chiedeva i pieni poteri. Ed evitare così il rischio dell’Italia fuori dall’Europa. Adesso- aggiunge il leader di Italia Viva- ci accusano di votare insieme a Salvini sulla prescrizione. Insieme a Salvini sulla prescrizione hanno votato loro, approvando la vergognosa legge Bonafede”.

LEGGI ANCHE: Prescrizione, Giachetti attacca il Pd: “Per noi la Costituzione vale più delle poltrone”

Noi stiamo difendendo la nostra legge, la Legge Orlando mentre gli altri difendono la legge firmata con Salvini. E in Puglia noi non siamo a favore di Salvini: siamo semplicemente contro Emiliano per ciò che Emiliano ha detto e fatto su Ilva, Tap, Xylella, Popolare di Bari. Quando a Cinecittà hanno visto un partito vero, una comunità forte, l’Italia Viva hanno ripreso con le fake news. Ma noi andiamo avanti con un sorriso e senza rabbia. Il meglio deve ancora venire”, aggiunge Renzi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»