Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tav, Toninelli: “Ma chi se ne frega di andare a Lione”

ROMA - "Io il Piemonte lo conosco bene. A Torino ho lavorato. Io so che lì c'è bisogno di una
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io il Piemonte lo conosco bene. A Torino ho lavorato. Io so che lì c’è bisogno di una Metro 2. E sono convinto che gli imprenditori torinesi, piemontesi, quella la vedono come una super Tav non un buco nella montagna che nasce per trasportare persone e diventa trasporto merci perchè hanno visto che nè le persone nè le merci ci passeranno mai di lì,.. perchè chissenefrega di andare a Lione, lasciatemelo dire. A Torino serve di più una Metro 2 che fare un buco inutile nella montagna“. Lo dice il ministro delle Infrastrutture e trasporti a ‘Coffee break’ su La7.

LEGGI ANCHE:

Tav, Di Maio: “Mettiamo da parte le cose su cui non siamo d’accordo”

TAV. RENZI: TONINELLI NON E’ CATTIVO, E’ CHE NON CI ARRIVA

“Toninelli non è cattivo, ma proprio non ci arriva. Ieri l’ennesima gaffe sull’A22: ha detto che tornerà pubblica e non sa che è già pubblica. Ma oggi ha fatto peggio.
L’Unione Europea ha detto che potrebbe toglierci i soldi della TAV. E Toninelli ha risposto all’UE: qui c’è un Governo sovrano che decide. FALSO. Non decide il Governo sulla TAV: decide il Parlamento. E i numeri per bloccare la TAV in Parlamento NON CI SONO a meno che Salvini non si tiri indietro in cambio dell’immunità per il caso Diciotti. Quindi: di cosa stanno discutendo? Quanti soldi l’Italia sta buttando via? Perché fare figuracce così in Europa?” Cosi’ il senatore del Pd Matteo Renzi su facebook.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»