Rifiuti, Galletti: “Sì delle Regioni all’art.35 dello Sblocca Italia sugli inceneritori”

ROMA - Le Regioni hanno detto sì alle norme dell'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

inceneritoriROMA – Le Regioni hanno detto sì alle norme dell’articolo 35 dello Sblocca Italia nella parte riguardante la realizzazione di una rete nazionale di termovalorizzatori che copra il fabbisogno delle Regioni ancora scoperte in relazione al trattamento dei rifiuti. Lo annuncia Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, lasciando la Conferenza Stato Regioni che si è appena conclusa. Hanno detto sì tutte le Regioni tranne Lombardia e Campania.

“Abbiamo raggiunto un buon risultato, abbiamo avuto tutti pareri favorevoli salvo Lombardia e Campania che hanno espresso parere negativo- spiega Galletti- non era un passaggio facile l’applicazione dell’articolo 35 dello Sblocca Italia”.

Di fatto, “con questo articolo, si rompe il principio dell’autosufficienza dello smaltimento dei rifiuti a livello regionale e si crea una rete unica di smaltimento a livello nazionale- aggiunge il ministro- questo ci aiuta molto ad impostare un lavoro serio e ci serve anche per contrastare le infrazioni comunitarie cui l’Italia è esposta”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»