Disabilità, ok della Camera alla legge ‘Dopo di noi’

L'aula della Camera ha approvato il ddl sull'assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare (legge sul 'Dopo di noi') con 374 sì, 75 no e 11 astenuti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

bambini_disabili_parco

ROMA – L’aula della Camera ha approvato il ddl sull’assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare (legge sul ‘Dopo di noi’) con 374 sì, 75 no e 11 astenuti.

Il provvedimento passa ora all’esame del Senato. Paola Binetti, deputata di Area Popolare e tra i firmatari della legge, spiega che in favore delle famiglie con figli gravemente disabili, “lo Stato ha investito risorse per circa 60 milioni di euro quest’anno e 70 milioni l’anno prossimo in modo da poter realizzare progetti individualizzati che tengano conto dei loro bisogni e li aiutino a trovare soluzioni positive per quando i genitori stessi non ci saranno“.

Inoltre, “che tutto cio’ che loro come genitori destineranno ai propri figli sotto forma di coperture assicurative, trust ed elarginazioni liberali non sara’ coperto da una tassazione che, come sappiamo bene, molte volte e’ la vera spada di Damocle per le famiglie italiane”.

ARGENTIN: ‘DOPO DI NOI’ LEGGE SERIA, DA M5S SOLO SHOW – “Abbiamo parlato di questa legge in modo diverso. Ci sono state tante critiche su questa legge da parte del M5s, ma il perche’ e’ molto semplice: non hanno partecipato a nessun lavoro del Comitato dei nove, se non qualche volta. Non si puo’ arrivare in aula presentando 90 emendamenti per fare degli show. Il ‘Dopo di noi’ e’ una cosa seria e nasce all’interno di un meccanismo serio, dopo l’ascolto di centinaia e di migliaia di famiglie”. Lo ha detto la deputata del Pd Ileana Argentin nel corso della dichiarazione di voto al ddl sul ‘Dopo di noi’, approvato dalla Camera.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»