Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vaccino, Toti: “Non resta che l’obbligo, governo faccia presto”

giovanni toti vaccino
"Meglio muoversi subito e scongiurare rallentamenti e chiusure del Paese che non ci possiamo permettere"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Visto che “le abbiamo provate tutte”, a questo punto “non resta che l’obbligo vaccinale per tutti i lavoratori e i soggetti più fragili che ancora non hanno fatto il vaccino per scelta”. Una “cosa che non vale ovviamente per chi ha validi motivi medici che glielo impediscono”. Lo ribadisce il governatore della Liguria, Giovanni Toti in un post su Facebbok, dove scrive anche che coi clleghi presidenti di Regione “abbiamo avanzato al Governo la richiesta di intervenire al più presto per fronteggiare il picco dei contagi previsto per la fine di gennaio”.

Insomma, “meglio muoversi subito e scongiurare rallentamenti e chiusure del Paese che non ci possiamo permettere. Con concretezza, operatività e capacità di assumersi responsabilità, le Regioni si confermano in prima linea nella gestione della pandemia”, conclude. “Questo è il momento del vaccino, unica arma a nostra disposizione contro il Covid”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»