Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La Giunta delle Marche designa la terna del cda di Svem

aula consiglio regionale marche
Sono stati designati Andrea Santori, Monica Mancini Cilla e Tablino Campanelli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANCONA – La giunta regionale, riunitasi ieri, ha designato i tre componenti del Consiglio di Amministrazione di SVEM (Sviluppo Europa Marche) sulla base di quanto previsto dagli artt. 8 e 17 dello Statuto della società. Tra questi, verrà a sua volta nominato dall’Assemblea dei Soci il presidente. Si tratta di Andrea Santori, Monica Mancini Cilla e Tablino Campanelli, ritenuti meritevoli dell’incarico per le particolari doti professionali. L’organo di amministrazione, infatti, è costituito da un amministratore unico, cioè un consiglio di amministrazione composto da tre membri, di cui almeno uno a rappresentanza del socio maggioritario,  quindi della Regione.

Come si ricorderà la Società a responsabilità limitata “Sviluppo Marche srl” (SVIM) è stata trasformata lo scorso anno in “Sviluppo Europa Marche Srl” (SVEM) con una legge regionale che definisce la composizione, le competenze e il funzionamento della nuova società a capitale interamente pubblico e che opererà prevalentemente a favore della Regione e di eventuali soci pubblici, che potranno essere gli enti locali, le Università e le altre forme associative tra enti pubblici. La principale funzione della SVEM è quella di elaborare e attuare progetti di sviluppo territoriale, nazionali e regionali, derivanti dall’Unione Europea.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»