Muore a 101 anni il partigiano Stefano Narici

Nativo di Alcamo, in provincia di Trapani, partecipò alla lotta di liberazione dal nazifascismo aderendo alla resistenza fin dall'8 settembre 1943
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Era l’ultimo dei partigiani provenienti dalla provincia di Trapani, anche se da tempo per ragioni di lavoro si era trasferito a Roma, alla Rai. Stefano Narici, partigiano di 101 anni, nativo di Alcamo, è deceduto sabato nella sua casa romana. Non aveva mai interrotto il suo rapporto con la sua terra e quando ha saputo dal nipote, l’ex deputato alcamese Massimo Fundarò, che a Trapani si era ricostituita l’Anpi era stato felice di iscriversi e di ricevere la tessera ad honorem che spetta ai partigiani viventi. Narici partecipò alla lotta di liberazione dal nazifascismo aderendo alla resistenza fin dall’8 settembre 1943. “Per suo volere – si legge in una nota della sezione di Trapani dell’ANpi – le ceneri saranno sepolte nel cimitero di Alcamo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»