Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La street-art invade Firenze: ecco il maxi Gramsci di Jorit

Presentato oggi il murale di via Canova dell'artista napoletano, che spiega: "Gramsci è il simbolo della lotta per un futuro migliore"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – “Il nuovo murale di Jorit è pronto: il ritratto di Antonio Gramsci, uno dei più grandi pensatori del Novecento italiano, è oggi su un palazzo di via Canova. La streetart invade i quartieri di Firenze con una figura che ispira tutti noi all’amore per la libertà”. È quanto scrive il sindaco Dario Nardella su Twitter, postando le foto dell’opera completata dall’artista.





Previous
Next

L’artista Jorit ha poi scritto sulla sua pagina facebook: “Antonio Gramsci non è solo il filosofo italiano più letto e tradotto nel mondo. Antonio Gramsci è soprattutto una cosa: lotta. Lotta per un mondo migliore, per la sanità e scuola pubblica, per il diritto e il DOVERE del lavoro, per lo stato sociale, per l’eliminazione della povertà e delle disparità nord-sud e soprattutto lotta per dare potere a chi realmente crea ricchezza nella società, i lavoratori. Per le sue idee è stato incarcerato dal regime fascista e non è un caso che chi lo attacca oggi si rifa più o meno apertamente al ventennio. E invece le idee di Antonio hanno mosso non solo in Italia ma ovunque nel mondo le lotte di milioni e milioni di lavoratori che proprio grazie ad esse hanno visto migliorare le proprie condizioni di vita. Chissà che penserebbe oggi vedendo che quel modello tanto faticosamente costruito viene smantellato e che ad ogni pezzo che viene distrutto aumentano egoismi e sfruttamento. Quanto ci manchi, Antonio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»