Arrestato il latitante di ‘ndrangheta Delfino, elemento di spicco della cosca Alvaro

Catturato a Sant'Eufemia d'Aspromonte (Reggio Calabria), si era reso irreperibile dal 2017 a seguito di una condanna definitiva di detenzione per traffico di stupefacenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – È stato arrestato a Sant’Eufemia d’Aspromonte (Reggio Calabria) il latitante Rocco Graziano Delfino (classe 86), ritenuto elemento di spicco della cosca Alvaro di Sinopoli. Delfino, catturato dai carabinieri della Compagnia di Palmi con il supporto dello squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, si era reso irreperibile dal 2017 a seguito di una condanna definitiva di detenzione per traffico di stupefacenti. L’uomo era ricercato anche a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei suoi confronti dal gip di Reggio Calabria per associazione mafiosa nell’ambito dell’indagine Eyphemos della Dda reggina. 

LEGGI ANCHE: VIDEO | ‘Ndrangheta, colpo alla cosca Alvaro: 65 arresti, coinvolto anche il senatore Siclari (Fi)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»