Rigopiano, archiviazione per 3 ex governatori dell’Abruzzo e altri 19 indagati

Relativa alla tragedia dell’Hotel Rigopiano di Farindola (Pescara), travolto da una valanga il 18 gennaio 2017, che costò la vita a 29 persone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Disposta dal Gip del Tribunale di Pescara, Nicola Colantonio, l’archiviazione per 22 indagati nell’inchiesta relativa alla tragedia dell’Hotel Rigopiano di Farindola (Pescara), travolto da una valanga il 18 gennaio 2017, che costò la vita a 29 persone. L’archiviazione riguarda, tra gli altri, gli ex presidenti della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, Ottaviano Del Turco e Gianni Chiodi, diversi assessori alla Protezione civile, Tommaso Ginoble, Daniela Stati, Mahmoud Srour, Gianfranco Giuliante e Mario Mazzocca, la funzionaria della Protezione Civile Tiziana Caputi, l’ex vicepresidente della Regione Abruzzo Enrico Paolinim, e Daniela Acquaviva, funzionaria della Prefettura di Pescara che materialmente rispose al telefono quando fu lanciato il primo allarme lanciato dal ristoratore Quintino Marcella (ma resta imputata nel procedimento bis per depistaggio).

“Non si ritiene che gli elementi investigativi indicati negli atti di opposizione (in quanto irrilevanti) possano incidere sulle risultanze investigative, precise ed esaustive, raccolte dal pm, non potendo sminuire le considerazioni da questi assunte nella richiesta di archiviazione e condivise da questo giudice. Pertanto può affermarsi che le risultanze investigative non permettono di sostenere l’accusa in giudizio”, ha scritto il Gip Colantonio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

3 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»