hamburger menu

Rave illegale a Modena, c’è il primo arresto: è un giovane di 28 anni

Un 28enne di Brescia è stato arrestato a Parma mentre rientrava a casa dopo aver partecipato al rave party nel capannone di Modena: aveva con sè droga

Pubblicato:03-11-2022 12:58
Ultimo aggiornamento:03-11-2022 20:07
Canale: Emilia Romagna
Autore:
decreto anti rave
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

PARMA- Un ragazzo italiano di 28 anni, di ritorno dal rave party illegale di Halloween a Modena, è stato arrestato lunedì dalla Polizia nella stazione di Parma, per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

LEGGI ANCHE: Letta contro Meloni: “Fiera della norma anti-rave, che hanno già deciso di cambiare”

IL GIOVANE HA AGGREDITO GLI AGENTI

Il giovane, residente a Brescia, è stato fermato dagli agenti verso le 16 insieme ad un amico. Alla richiesta di mostrare cosa trasportasse nel suo zaino, il 28enne si è rifiutato gettandolo a terra e dandosi alla fuga. Raggiunto dai poliziotti, li ha poi aggrediti con pugni e calci, mordendo perfino un operatore ad un braccio.

LEGGI ANCHE: Meloni: “Sono fiera della norma anti-rave. Non negheremo diritto a esprimere dissenso”

NELLO ZAINO COCAINA E ALLUCINOGENI

Nello zaino di cui aveva tentato di disfarsi, sono invece stati rinvenuti 14 involucri di cocaina e sette involucri di sostanze varie (come funghi allucinogeni). Per identificare alcune di queste sono stati necessari degli esami di laboratorio. In attesa del giudizio di convalida dell’arresto il giovane (posto ai domiciliari) è stato condotto nella sua casa di Brescia. Qui il personale della Digos di Parma ha trovato altra droga: oltre un chilo e 200 grammi di hashish e marijuana. Il tutto è stato sequestrato insieme ad un bilancino di precisione. Ieri il Gip del tribunale di Parma ha convalidato l’arresto e celebrato il processo per direttissima a carico del giovane.

LEGGI ANCHE: Salvini a Mannoia: “Il decreto sui rave party non puzza. L’illegalità non verrà più tollerata”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-03T20:07:20+01:00