Coronavirus, la Regione Calabria ripropone le misure “Riapri” e “Lavora”

Si tratta dell'erogazione di un contributo "una tantum" a sostegno delle imprese che hanno subito gli effetti negativi della crisi generata dell'emegenza Covid-19
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – ‘Riapri Calabria’, la misura a sostegno dell’economia produttiva della regione avrà una seconda edizione. Lo ha stabilito la giunta regionale. Si tratta dell’erogazione di un contributo “una tantum” a sostegno delle imprese che, a prescindere dall’obbligo di sospendere l’attività durante il periodo di lockdown, hanno comunque subito e continuano a subire gli effetti negativi della crisi economica generata dalle misure di contenimento conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Con lo stesso provvedimento la giunta regionale ha predisposto un nuovo avviso per la misura economica ‘Lavora Calabria’, con una serie di azioni sotto forma di sovvenzioni per il pagamento di salari, ed evitare i licenziamenti derivanti dalla crisi da Covid-19.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»