Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Regionali Emilia-Romagna, Borgonzoni contro Bonaccini: “Finge di stare all’opposizione”

La candidata leghista alla presidenza della Regione attacca il governatore: Di Maio blinda la plastic tax che metterà in difficoltà interi settori di eccellenza dell'Emilia Romagna. Cosa pensa di fare Bonaccini?"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’alleato di Bonaccini, Luigi Di Maio, blinda la plastic tax, una tassa che metterà in difficoltà interi settori di eccellenza dell’Emilia Romagna come il biomedicale di Mirandola, il distretto del packaging emiliano, il polo produttivo del tetrapak, l’agricoltura in serra e che, come dice Federconsumatori, rischia di portare aumenti di quasi 140 euro per le famiglie“. Così la candidata alla presidenza della Regione, Lucia Borgonzoni. “Che dice Bonaccini? Fingerà ancora una volta di essere all’opposizione del suo governo? Utilizzerà la solita tecnica della sinistra: creare un problema per poi fingere di risolverlo?”.

Manovra, Bonaccini: “La tassa sulle auto aziendali sarà cambiata o cancellata”

Prosegue quindi Borgonzoni: “La politica delle tasse di questo esecutivo è il segno di quanto il Pd sia intrinsecamente anti aziende e anti sviluppo. L’imprenditoria dell’Emilia Romagna in questi anni è riuscita a crescere vincendo i freni del Pd, ora è il momento di farla correre liberandola dagli impedimenti posti da politiche scellerate”, conclude.

Auto aziendali e plastica, l’Emilia-Romagna e la ‘batosta’ della manovra

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»