NEWS:

Tennis, Sinner come Panatta: batte Alcaraz 7-6 6-1 ed è quarto al mondo

Il record nazionale quarantasette anni dopo, ora la finale a Pechino con Medvedev

Pubblicato:03-10-2023 17:16
Ultimo aggiornamento:03-10-2023 17:16
Autore:

sinner
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Il “caso nazionale” che vomita tra un punto e l’altro in un bidone è il nuovo numero 4 del tennis mondiale. Quarantasette anni dopo Panatta. Jannick Sinner firma il nuovo best ranking battendo Carlos Alcaraz nella semifinale dell’ATP 500 di Pechino. Quarta vittoria su sette match nel circuito della sfida incrociata della nuova generazione, la “present generation”.

Vince 7-6 (4) 6-1 riuscendo a martellare sul ritmo e a ricamare gioco a rete in controtempo, alzando il livello in progressione. Iconico il vincente di dritto in risposta sul set point nel tiebreak del primo set: non un tremolio, una vibrazione negativa. Chiuse le polemiche (a senso unico) per l’assenza in Coppa Davis, Sinner da “caso” torna miglior tennista nazionale: solo Panatta, dal 1973, s’era spinto così in alto nelle classifiche mondiali. Prima dell’avvento del ranking, resta non paragonabile il terzo posto di Pietrangeli.

Dopo aver – entrambi – ridefinito il concetto di violenza dei colpi, e portato a casa il primo set, Sinner apre il secondo con un break, vendicato al terzo game da Alcaraz. Va sotto 0-40, come in pausa caffè, poi si risveglia e con 5 punti di fila tiene il vantaggio sul 3-1. Poi 4-1 con un nuovo break, tiene il servizio: 5-1. Alcaraz è annichilito. Chiude 6-1. La finale sarà con Medvedev, ma non è importante: Sinner è il nuovo numero 4 del mondo, il miglior italiano degli ultimi 50 anni, almeno per le statistiche. Non per “caso”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy