Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Confindustria: Sì a deficit se porta crescita; Ecco il reddito di cittadinanza

Edizione del 3 ottobre 2018.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

https://youtu.be/TbopVeCVgJ4

CONFINDUSTRIA, SI’ A DEFICIT SOLO SE PORTA CRESCITA

Uno scostamento piu’ deciso nel 2019, per poi rientrare con margini di spesa pubblica piu’ contenuti nei due anni successivi. La nota di aggiornamento al Def prende forma. “Manterremo tutti gli impegni, dalla Fornero al reddito di cittadinanza. Sara’ una manovra del popolo, oppure niente”, assicura Luigi Di Maio che incassa un mezzo sostegno da Confindustria: “Lo sforamento del deficit non e’ un tabu, se porta crescita”, ha detto il presidente Vincenzo Boccia.

COSI’ IL REDDITO CITTADINANZA, NO ALLE SPESE ‘IMMORALI’

Il reddito di cittadinanza sara’ simile a una carta di credito, che abilitera’ solo certi tipi di spesa: si’ ai beni di prima necessita’, no a quelli che il vicepremier Luigi Di Maio definisce acquisti immorali: dalle sigarette ai gratta e vinci. Ma a chi sara’ destinato? Di Maio elenca: pensionati al minimo, giovani disoccupati, 50enni espulsi dal mercato del lavoro.

MIGRANTI, FICO: VALORIZZARE LE BUONE PRATICHE

Il presidente della Camera Roberto Fico interviene in favore delle buone pratiche di integrazione. L’Italia deve essere uno stato multiculturale. “Tutte le persone sono risorse e opportunita’”, dice Fico ospitando a Montecitorio i rappresentanti di numerose associazioni. Dai volontari un coro di critiche al decreto Salvini. La buona accoglienza e’ anche l’oggetto del festival Sabir, in programma a Palermo dall’11 ottobre, promosso da Arci, Acli, Caritas e Cgil. “Sara’ un evento controcorrente rispetto alla narrazione dominante connotata da paura e cattiveria”, dice Oliviero Forti della Caritas.

SABATO MAESTRI E STUDENTI IN CENTOPIAZZE D’ITALIA

Giochi, concerti, tavole rotonde, opere d’arte. Sabato maestri, studenti e genitori potranno incontrarsi in tante città d’Italia per la nona edizione di ‘Centopiazze per l’impegno educativo’. Un’iniziativa che, da Trento a Catania, permetterà a tutta la comunità educante di confrontarsi fuori dalle aule scolastiche. “Educare insieme, collaborare tutti- dice la deputata del Pd Anna Ascani- è fondamentale per i nostri ragazzi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»