Pensioni, l’altolà della Corte dei conti: Nessun arretramento o si rischia sostenibilità

Da Bankitalia messaggio analogo: "Non tornare indietro sulle pensioni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Occorre “confermare i caratteri strutturali della riforma” Fornero, “a partire dal meccanismo di adeguamento automatico di alcuni parametri” come la speranza di vita. “Ogni arretramento su questo fronte esporrebbe il comparto e quindi la finanza pubblica in generale a rischi di sostenibilità“. Lo dice il presidente della Corte dei Conti, Arturo Martucci di Scarfizzi, nel corso della audizione sul Def al Senato davanti alle commissioni Bilancio.

BANKITALIA: ATTUARE RIFORME E NON TORNARE INDIETRO

“Le ultime proiezioni sulla spesa pensionistica mettono in evidenza l’importanza di garantire la piena attuazione delle riforme approvate in passato, senza tornare indietro“. Lo dice Luigi Federico Signorini, vice direttore generale della Banca d’Italia, nel corso di una audizione sul Def in Senato davanti alle commissioni Bilancio.

di Luca Monticelli, giornalista professionista

LEGGI ANCHE: Economia, nella prossima legge di bilancio misure per 19,6 miliardi. Per i giovani 338 milioni

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»