Adesso.sm, C10: “Giovani e donne, ecco le new entry”

Mercoledì serata su imprese. "Parte dei nostri contributi a Castelli"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sm2SAN MARINO – Sono donne giovani, studentesse o imprenditrici, alcuni dei nuovi volti di Civico 10. Il movimento della coalizione “Adesso.sm” reagisce alla recente uscita di alcuni aderenti presentando qualche new entry e offrendo così anticipazioni dei propri candidati. “Il nostro movimento è ricco di personalità, le entrate e le fuoriuscite sono naturali”, spiega nell’incontro odierno con i cronisti il coordinatore Ciacci. “Non siamo infatti professionisti della politica, non siamo legati a ideologie e quando poi ci si confronta su scelte politiche, ci possono essere divergenze di vedute, ma c’è sempre il rispetto per chi se ne è andato e per chi arriva”. Così si presentano Eleonora Morrea e Valentina Bollini: la prima è l’esempio di chi ha subito i colpi della crisi ma non si è arresa.

“Ero una dei tanti disoccupati- si presenta- poi ho creato un’azienda, mi sono messa in gioco e ho deciso anche di candidarmi con C10, a cui porto la mia esperienza di donna e neoimprenditrice e anche un messaggio di ottimismo”. Quindi Bollini, 21 anni ancora da compiere, sprona i giovani ad avvicinarsi a C10: quelli che si disinteressano della politica e del proprio futuro, ma anche i coetanei che “sentono l’esigenza di un vero cambiamento e non hanno nessuno cui rivolgersi”. Questo movimento infatti “crede nei giovani- motiva- e vorrebbe investire per loro in progetti concreti”. Non a caso ai temi dell’imprenditoria giovanile e femminile è dedicato il primo dei quattro appuntamenti di C10 in calendario in ottobre, ovvero l’incontro di mercoledì alle 21, alla sala polivalente di Murata.

I civici invitano al confronto piccoli e medi imprenditori sammarinesi: “Partiremo dalle esperienze che ci sono in Repubblica per lanciare proposte- spiega Ciacci- ma anche per cercarle e raccoglierle”. Obiettivi degli incontri infatti sono coinvolgere la cittadinanza e ascoltarla, proseguendo nella partecipazione, leitmotiv del movimento. “Vogliamo raccontare, per primo ai sammarinesi- spiega Luca Santolini- che nel nostro Paese si possono aprire strade che incentivino le persone a mettersi in gioco e a rendere reale e concreta un’idea che fino ad oggi era nel cassetto”. Mimma Zavoli spiega poi che i civici vogliono avere risposte e idee da mettere in campo ma “senza suggerimenti della cittadinanza questo è un lavoro a metà”.

Nelle precedenti elezioni, prosegue il consigliere, “abbiamo costruito il programma ascoltando i cittadini e così continuiamo”. Andrea Zafferani sottolinea che i programmi elettorali non sono tutti uguali: “Non c’è solo aria fritta in politica”, chiosa. Il capogruppo anticipa quindi che il programma di coalizione, su cui si è al lavoro, indicherà “con precisione” le cose da fare e anche quando, nel breve o medio periodo. Infine, Ciacci torna sul raddoppio dei contributi elettorali: ricordando la contrarietà espressa in Aula da C10 e raccogliendo l’Sos lanciato dai Capitani di Castello, “come già abbiamo fatto per le elezioni del 2012- manda a dire- ridaremo indietro parte del contributo elettorale”. In particolare, i civici pensano di finanziare nei Castelli “alcuni progetti concreti- chiarisce- che possono nascere con il coinvolgimento di giovani residenti e della giunta”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»