Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Italicum, Renzi: “Non modificheremo la legge elettorale”

Il presidente del Consiglio specifica che "se serve cambiare la legge elettorale, si cambia. Ma decide il Parlamento"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

matteo-renzi1ROMA  – “Il Partito democratico e’ pronto ma non a presentare un’altra proposta di riforma elettorale, anche perche’ altrimenti si fa il carciofo, a forza di leggi elettorali…”. Lo dice Matteo Renzi a Radio Popolare. E aggiunge: “Noi non prendiamo l’iniziativa di una nuova legge elettorale ma diamo la disponibilita’ vera, sostanziale, puntuale con gli altri partiti politici ad andare a vedere le carte”.

IL BALLOTTAGGIO

Il presidente del Consiglio spiega a proposito del ballottaggio: “Non e’ che il ballottaggio io lo voglio o no. Non sono mica a fare la spesa al mercato e non c’e’ il potere assoluto di uno. Fortunatamente in questo paese c’e’ un sistema democratico per cui si va in Parlamento e si guarda chi ha i numeri. Il punto e’ che qualcuno pensa che decidere a maggioranza non sia democrazia. Per me dare un voto a maggioranza e’ democrazia“.

LA POSIZIONE DEL PD E DEL GOVERNO

Renzi riassume l’impostazione del Pd e del governo: “La legge elettorale e’ meno importante della riforma per cui se serve cambiarla si cambia. Ma non decido io a cosa dire di si’ e di no. E’ una scelta che fa il Parlamento. Ma non si dica che la legge elettorale vigente, che e’ simile a quella per i sindaci, e’ antidemocratica”. In fondo, aggiunge Renzi, “non c’e’ un solo cittadino in Italia che pensa che la legge elettorale abbia questa importanza. E’ importante per i politici. Tutta la discussione sulla legge elettorale nasce dalla comprensibile esigenza della classe dirigente di capire quale futuro gli si prospetta”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»