VIDEO | Catalfo: “Entro fine mese incontro su smartworking e riforma ammortizzatori sociali”

Lo ha dichiarato la ministra per il Lavoro Nunzia Catalfo, a margine degli Stati generali della Cgil Puglia organizzati a Bari
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
La BARI – La riforma della cassa integrazione “e’ in atto, ho nominato una commissione di cinque esperti che sta lavorando, arriveremo a uno studio e a un’analisi ed entro fine mese metteremo su la riforma degli ammortizzatori sociali che andra’ nell’ottica dell’universalismo perche’ tante aziende e tanti lavoratori erano fuori dagli strumenti di cassa integrazione tanto che abbiamo dovuto finanziarli”. Lo ha detto la ministra per il Lavoro Nunzia Catalfo, a margine degli Stati generali della Cgil Puglia organizzati a BARI. “Ci sara’ una differenza- ha aggiunto- tra ammortizzatore sociale che andra’ all’azienda che ha una prospettiva e l’ammortizzatore che, invece, andra’ a quell’azienda che va verso la chiusura”.

CATALFO: “A FINE MESE INCONTRO SU SMARTWORKING”

Abbiamo fissato gia’ un incontro a fine mese con i sindacati. Lo smartworking e’ stato molto utile nella fase di emergenza: abbiamo visto che siamo riusciti a mantenere i posti di lavoro utilizzando questa modalita’. E’ ovvio, pero’, che, visto l’utilizzo dello smartworking, va fatto un punto sulla tipologia. Ci sara’ un incontro dove affronteremo anche temi come il diritto alla disconnessione”. Queste le parole della ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, da Bari, dove partecipa agli Stati generali organizzati dalla Cgil Puglia.

“ASSUNZIONI RIPARTONO DOPO CALO PARZIALE IN LOCKDOWN”

“E’ necessario ripartire dal lavoro, – aggiunge la ministra – abbiamo avuto un calo parziale del lavoro nei mesi del lockdown. In quest’ultimo periodo dai dati in possesso del ministero del Lavoro stanno ripartendo le assunzioni, soprattutto gli stagionali nelle zone di mare, quindi anche i dati della Puglia sono positivi”. “Ovviamente non basta – ha aggiunto – quindi stiamo facendo un piano importante sul lavoro che faccia riprendere le assunzioni, che investa sulle nuove competenze, che investa sulla formazione, sulle politiche attive del lavoro e da questo si riparte”.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»