VIDEO | Due ore in macchina, la rabbia degli automobilisti sul Muro Torto

In seguito al nubifragio sono chiusi i sottovia Ignazio Guidi e Corso d'Italia, code chilometriche
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – C’è chi si trova in fila da due ore. Chi sta accompagnando la figlia incinta all’ospedale per un controllo ma è bloccato e non farà in tempo. E chi deve tornare a casa dalla bambina ma dopo tutto questo tempo in auto ha il telefono scarico e non riesce ad avvertire la baby sitter. Sono solo alcuni degli effetti causati, ieri, dalla chiusura dei sottovia Ignazio Guidi e Corso Italia sul traffico automobilistico in arrivo da piazzale Flaminio, sul Muro Torto, in direzione piazza Fiume.

La strada è letteralmente paralizzata, con tempi di percorrenza che variano da 45 minuti fino a quasi due ore. La rabbia degli automobilisti è tanta, non solo per il tempo perso in auto, appena tornati a Roma dalle vacanze, ma soprattutto per la mancata comunicazione dei lavori nei sottovia, in seguito all’allagamento per il nubifragio delle ultime ore, che hanno causato la chiusura di via del Muro Torto poco prima di piazza Fiume e quindi delle file chilometriche durate tutta la giornata di ieri. Ed oggi la situazione si ripete: la coda è già chilometrica di prima mattina.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

3 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»