Sondaggi, la Lega vola al 32% e sorpassa il Movimento 5 Stelle

ROMA - La politica torna a pieno regime e Matteo Salvini alla ripresa porta a segno il sorpasso della Lega
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La politica torna a pieno regime e Matteo Salvini alla ripresa porta a segno il sorpasso della Lega sul M5s.

La competition tra i due partner di governo registra la svolta alla vigilia della sessione di bilancio, madre di tutte le battaglie, fonte di tensioni nella maggioranza di governo. Ventilata da piu’ parti, ipotizzata da editorialisti e commentatori, la ‘remuntada’ della Lega sul M5s ha ora la consacrazione dei numeri.

A quanto apprende l’agenzia Dire, un sondaggio realizzato da uno dei principali istituti demoscopici e commissionato da una tv nazionale, accredita alla Lega oltre il 32 per cento dei consensi, contro il 28 per cento del Movimento Cinque Stelle.

Di piu’, il centrodestra sarebbe in grado di superare quota 40 per cento. Forza Italia in forte calo mantiene il 6 per cento mentre Fratelli d’Italia tiene il 4 per cento. In totale le forze di centrodestra avrebbero il 42 per cento dei voti.

Nel centrosinistra sostanzialmente stabile il Pd, fermo al 17 per cento. Il sondaggio, che dovrebbe essere reso noto nelle prossime ore, conferma e allarga i dati che la scorsa settimana, il 27 agosto, l’Istituto Piepoli aveva registrato per Affaritaliani.it, con il Carroccio al 30 per cento e il M5s al 29.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»