Vesuvio, Protezione Civile: “Piano di evacuazione per 700mila persone”

"I Comuni dell’area rossa, sia nel territorio del Vesuvio che dei Campi Flegrei, sono tutti dotati di un piano di emergenza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “I Comuni dell’area rossa, sia nel territorio del Vesuvio che dei Campi Flegrei, sono tutti dotati di un piano di emergenza. In tutta la Campania, siamo nell’ordine di 480-490 Comuni su 550”.

Sono i dati diffusi da Massimo Pinto, direttore generale della Protezione civile regionale, durante la conferenza di apertura del Cities on Volcanoes, in corso a Napoli fino al 7 settembre. Sul Vesuvio, si ragiona nell’ottica “di un allontanamento, in forma assistita o autonoma, di 700mila persone. L’attività è calibrata sul 50% della popolazione. Lo stesso ragionamento vale per i Campi Flegrei, dove l’allontanamento – aggiunge Pinto – riguarderebbe 500mila abitanti”.

In particolare, nei Campi Flegrei sarà organizzata una esercitazione di evacuazione “già nel 2019 – assicurano dalla Protezione civile -. C’è bisogno della massima sinergia istituzionale possibile e del coinvolgimento della cittadinanza”. Questa prima esercitazione dovrebbe riguardare la fase del primo allontanamento verso le aree di incontro.

“La zona rossa è troppo grande – avverte Vincenzo Figliolia, sindaco di Pozzuoli -. Proporrei un’esercitazione che tocchi 4 Comuni in cui comunque vivono 200mila persone e cioè Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida e Quarto e magari i quartieri di Bagnoli e Fuorigrotta di Napoli”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»