Padoan: Al prossimo Governo lasciamo un’economia migliore, è anche merito nostro

"Non credo che questo risultato- dice il ministro- sia merito unicamente della ripresa della domanda mondiale"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Lo stato dell’economia che la prossima legislatura eredita da questa legislatura è sicuramente migliore dello stato dell’economia che questa legislatura ha ereditato dalla precedente, che ovviamente è stata colpita da una crisi profondissima”. Lo dice il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, parlando al Forum Ambrosetti a Cernobbio. “Non credo- aggiunge- che questo risultato, che credo sia acquisito, sia merito unicamente della ripresa della domanda mondiale”.

“CONGIUNTURA FAVOREVOLE PER FARE RIFORME, NON PERDERE OCCASIONE”

Il ministro dell’Economia mostra ottimismo e parla di congiuntura favorevole:C’e’ una finestra di opportunità per fare altre riforme– dice- non bisogna perderla, perchè se non la si coglie il Paese va indietro; il ciclo prima o poi finisce e il paese sta nella condizione di sfruttare questa opportunità”.

“NON C’E’ BACCHETTA MAGICA, SERVONO MOLTE MISURE E COERENTI”

“Per un policy maker non c’è la bacchetta magica, ci vuole una serie di misure e qualcosa in più, che siano coerenti fra di loro”, afferma Padoan. Al primo posto, Padoan mette “gli investimenti, l’innovazione senza investimenti non c’è”. Poi “il capitale umano, che è fondamentale- dice Padoan-. Bisogna rafforzare la collaborazione fra scuola, università e ricerca e poi, altro fattore, ci vogliono i mercati finanziari in grado di accomodare le scelte degli investimenti”.

POLITICA STRUTTURALE PER CRESCITA E STABILITA’

L’Italia ricomincia a crescere e non è solo per la “componente ciclica”, ha spiegato ancora Padoan. C’è anche “una componente di crescita strutturale che è sempre più grande. Compito del Governo è aumentare ancora la crescita strutturale“, ha sottolineato il ministro. Ancora, “quando lo spread peggiora ha a che fare con fattori strutturali, quindi avere una politica strutturale efficace fa bene alla stabilità”. E non si può prescindere, secondo Padoan, da una “politica globale su crescita e produttività”.

“OCCUPAZIONE GIOVANI È PRIORITÀ ALTA PER IL GOVERNO”

“Sostenere in modo permanente, quindi più credibile ed efficace, l’occupazione giovanile” è una questione “molto alta nelle priorità del governo”, dice il ministro dell’Economia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»