A Don Bosco l’Anti mafia Capitale, in piazza associazioni, partiti e cittadini

Orfini: "La città ha preso coscienza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

antimafia capitale‘Per la legalità contro le mafie’. È lo slogan scelto per la manifestazione di piazza San Giovanni Bosco a Roma voluta dal commissario del Pd romano Matteo Orfini, in risposta ai discussi funerali del boss Vittorio Casamonica che si sono svolti alcuni giorni fa nella parrocchia della stessa piazza. La manifestazione, denominata Anti Mafia Capitale, è appena iniziata e si concluderà con una fiaccolata a cui prenderanno parte – oltre a Giunta e maggioranza di Roma Capitale e Regione Lazio – anche associazioni di categoria, sindacati confederali (Cgil, Cisl e Uil) e di cittadini, più la comunità di Sant’Egidio. Oltre ad alcuni esponenti della politica nazionale, tra cui il presidente dell’Anci, Piero Fassino, e, ovviamente, Matteo Orfini.

Tra gli ospiti della manifestazione c’era anche il sindaco Ignazio Marino. “La presenza delle persone in questa piazza testimonia che Roma e” una citta” antinazista, antifascista e antimafia- ha detto- Abbiamo cacciato i fascisti e i nazisti, cacceremo anche la mafia”.

“Per troppo tempo si è detto che a Roma la mafia non c’è e invece c’è e va sconfitta- ha detto quest’ultimo- A Roma non c’è mai stata una manifestazione antimafia e credo che quella di oggi dimostri che questa città sta prendendo coscienza e questo è il primo passo per vincere la sfida”.

In piazza si sono alzate anche le voci di alcuni contestatori. ‘Vergogna’, ‘mafiosi’ e ‘siete parte Del problema’. Con questi slogan un gruppo di cittadini radunati sotto la sigla ‘Carovana delle periferie’ ha  fatto irruzione alla manifestazione con loro una gigantografia della ormai nota cena a cui presero parte tra gli altri, l’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, l’ex assessore alla casa della Giunta Marino, Daniele Ozzimo, e l’attuale ministro del Lavoro, Giuliano Poletti in compagnia del presidente della cooperativa 29 giugno Salvatore Buzzi ora in carcere per associazione mafiosa. I manifestanti hanno distribuito volantini ai presenti in cui vengono elencate alcune criticità nelle istituzioni locali e nazionali. Tra queste, lo scioglimento del municipio di Ostia, l’affiancamento del prefetto Franco Gabrielli al sindaco Ignazio Marino e le recenti dichiarazioni dell’assessore ai Trasporti Esposito sui suoi trascorsi da ultra.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»