Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali, Tajani: “A Napoli la partita si giocherà al ballottaggio e vogliamo vincerla”

maresca e tajani-min
Catello Maresca dopo la riunione con il coordinatore nazionale di Forza Italia ha avuto un colloquio telefonico con Silvio Berlusconi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Vogliamo vincere a Napoli. La partita si giocherà al secondo turno e noi faremo di tutto per fare in modo che Catello Maresca diventi sindaco di Napoli per realizzare un progetto di cambiamento nel quale ci riconosciamo e al quale abbiamo aderito”. Lo ha detto il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani che oggi ha incontrato a Napoli il candidato sindaco di centrodestra Catello Maresca.

Il magistrato in aspettativa, dopo la riunione con l’ex presidente del parlamento europeo, ha avuto un colloquio telefonico con Silvio Berlusconi. “Aderiamo al suo progetto in maniera convinta – ha spiegato Tajani – perché siamo sicuri che in questa fase della vita politica, soprattutto nelle grandi città, serva aprire al mondo civico, fare in modo che ci siano espressioni del territorio che non si riconoscono nei partiti, che certamente hanno una visione condivisibile con la nostra, che possano governare bene le metropoli italiane”. “Napoli – ha proseguito – è la capitale del Sud, una città che si affaccia sul Mediterraneo, quindi merita un impegno particolare da parte nostra. Serve avere un sindaco di alto profilo e Catello Maresca è un magistrato serio, non ha mai usato il potere per raggiungere i suoi obiettivi, ma solo per cercare la verità e tutte le sue inchieste sono state contrassegnate dalla serietà”.

Tajani, che ha questa mattina ha incontrato le candidate al Consiglio comunale di Napoli per Forza Italia, ha ricordato che nel simbolo “c’è una corona che si richiama espressamente al progetto di città che Catello ha pensato. Forza Italia non rinuncerà a spendersi in questa campagna elettorale e Berlusconi ama tantissimo Napoli, si può dire che è un napoletano che parla milanese. Il suo nome sul simbolo sarà sicuramente di attrazione. Sosterremo Catello con una lista competitiva”. Il coordinatore azzurro ha poi annunciato che presto sarà svelato il nome del capolista, dopo un confronto su “3 o 4 nomi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»