Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il ministro Stefani visita la spiaggia di Asl Roma 6 con l’assessore D’Amato

Il ministro per le Disabilità Erika Stefani in visita alla Riviera Mallozzi di Anzio
La Riviera Mallozzi di Anzio accoglie le persone con disabilità e le loro famiglie
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANZIO – “Il ministro per le Disabilità, Erika Stefani, ha visitato la Riviera Mallozzi di Anzio, spiaggia in concessione alla Asl Roma 6 che accoglie le persone con disabilità e le loro famiglie. È stata accompagnata dall’assessore alla Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria del Lazio, Alessio D’Amato, dal direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda, dal sindaco di Anzio, Candido De Angelis, e dal sindaco di Nettuno, Alessandro Coppola“. A dirlo è una nota dell’Asl Roma 6 a margine della visita del ministro al lido accessibile ai disabili sulla Riviera Mallozzi di Anzio.

Il ministro Stefani, dopo aver visionato la spiaggia ed essersi intrattenuta con le persone con disabilità presenti, ha dichiarato: “Occorre ascoltare le persone, incontrarle, parlare perché le problematiche sono tante ma tante sono anche le soluzioni. Sono qui oggi anche per questo. Recentemente è stato adottato il decreto da 30 milioni per il turismo accessibile e l’obiettivo è quello, attraverso un cofinanziamento obbligatorio delle regioni, di responsabilizzarle sul tema. Uno stabilimento accessibile produce un effetto positivo, stimolando anche bar, ristoranti e alberghi ad essere accessibili, migliorando la qualità della nostra offerta turistica. I comuni, le regioni, le aziende sanitarie possono dare ottime risposte perché conoscono i loro territori e la disabilità richiede una rete di collaborazione come dimostra l’iniziativa di oggi”.

Questa spiaggia rappresenta un modello perfettamente integrato con il territorio ha affermato l’assessore Alessio D’Amato– un modello di integrazione e riabilitazione psichica e motoria. Ritengo sia importante potenziare queste attività su tutto il litorale, incentivare queste iniziative che determinano un miglioramento della qualità della vita delle persone disabili e generano un percorso riabilitativo che porta a risultati determinanti”.

Il direttore generale Narciso Mostarda ha dichiarato: “Questo spazio ha due grandi funzioni: rendere accessibili luoghi di intrattenimento anche per persone con disabilità e sperimentare setting assistenziali mettendo a punto tecniche nuove di Assitenza, riabilitazione e intrattenimento. Questo qui sta già accadendo anche attraverso l’accoglienza dei centri diurni non soltanto della nostra Asl. Mi auguro che tutti gli operatori impegnati in questo progetto continuino a mantenere viva la passione e l’energia di oggi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»