Hostess con febbre all’aeroporto di Catania, al via il tracciamento dei contatti

La donna viaggiava su un volo Ryanair proveniente da Milano. Atteso l'esito del tampone
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Scattano le misure di biocontenimento all’aeroporto di Catania dopo che una hostess di  un volo Ryanair proveniente da Milano Malpensa ha accusato possibili sintomi di Coronavirus: forte mal di testa e febbre. La procedura è stata disposta dall’Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera del ministero della Salute (Usmaf) e a renderlo noto è la Sac, società di gestione dello scalo etneo.

La richiesta di attivare la procedura è stata avanzata dal comandante alla luce dei sintomi della donna: dopo l’intervento sotto bordo dell’Unità di primo soccorso gestita dalla Ontario Srl, la hostess è stata trasportata dai medici Usmaf all’interno della sala arrivi extra Schengen dell’aeroporto di Catania, uno dei tre aeroporti sanitari del Paese, dove è stata sottoposta a controlli ulteriori.

ORA SI ATTENDE IL TAMPONE

Successivamente è stata portata dalla Croce rossa su un mezzo in alto biocontenimento del ministero della Salute all’ospedale Garibaldi centro per altri accertamenti. L’assistente di volo è stata sottoposta a test sierologico, risultato negativo, ed è ricoverata in osservazione in attesa dell’esito del tampone.

LEGGI ANCHE: Bagnino positivo al Covid, chiude un altro stabilimento a Sabaudia

“Sac ha immediatamente avviato la sanificazione delle aree all’interno delle quali è transitata la donna – spiega l’azienda -. Anche l’aeromobile è stato sanificato”. Sono state attivate precauzionalmente, inoltre, le procedure di identificazione dei passeggeri del volo per il successivo contact tracing, in caso l’assistente di volo risultasse positiva al Covid-19.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Coronavirus, Rocca (Croce Rossa): “Sono preoccupato, per gli italiani rimozione collettiva”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»