Tap, Conte incontra sindaco Melendugno: “Verranno esaminate criticità”

Nel corso dell'incontro "non si e' assolutamente" parlato di modificare l'approdo del gasdotto Tap
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

https://youtu.be/b_yjFPqaQsw

ROMA – “Ho avuto lungo confronto con il sindaco di Melendugno, accompagnato da consulenti tecnici e giuridici che mi hanno rappresentato alcune criticità del progetto Tap. All’esito di questo scambio, ho assicurato loro che questo governo opererà una valutazione approfondita di tutti gli aspetti segnalati e una attenta ricognizione delle attività sin qui svolte. Ovviamente ho anche rappresentato che si tratta di impegni giuridici già deliberati dal precedente governo”. Lo dice in una nota il presidente del consiglio Giuseppe Conte.

Nel corso dell’incontro tra il presidente del consiglio Giuseppe Conte e il sindaco di Melendugno Marco Poti’ “non si e’ assolutamente” parlato di modificare l’approdo del gasdotto Tap. Lo dice Poti’ al termine della riunione a palazzo Chigi. “Conte ha detto che cosi’ come sta avvenendo nel caso dell’Ilva, verranno esaminate le criticita’ che noi abbiamo segnalato” dice Poti’.

“Il clima e’ migliore che in passato. Io ne ho approfittato anche per chiedere una riconsiderazione delle sanzioni inflitte ai manifestanti negli scorsi mesi”. Conte- spiega il sindaco- “ha chiarito che quando parlava di strategicita’” con Trump “non si riferiva al Tap ma alla differenziazione delle fonti di approvigionamento energetico”.

A chi gli chiede se ha avuto l’impressione che il governo possa rinunciare al Tap con approdo a Melendugno, Poti’ risponde: “Palazzo Chigi ritiene che se dovessero emergere criticita’ oggettive non valutate o sottovalutate dalla societa’ proponente si potrebbe anche prendere in considerazione la possibilita’ di non fare la Tap con approdo a Melendugno”.

Ti potrebbe interessare:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»