Bomba a Firenze, arrestati gli anarchici autori del ferimento dell’artificiere

ROMA - E’ in corso l’arresto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – E’ in corso l’arresto da parte della Polizia di Stato dei responsabili del gravissimo attentato di capodanno in cui è rimasto vittima, perdendo una mano ed un occhio, l’artificiere Mario Vece.

Sarebbero cinque i militanti anarchici arrestati dalla DIGOS di Firenze e dal Servizio Centrale Antiterrorismo della Polizia di Stato, per il tentato omicidio dall’artificiere Mario Vece. Due degli arresti sono in corso di esecuzione a Roma e a Lecce. Altre tre persone sono state arrestate in esito alla stessa indagine, dalla DIGOS della Questura di Firenze congiuntamente al ROS dell’Arma dei Carabinieri, per il precedente attacco del 21 aprile 2016 a colpi di molotov alla Stazione dei Carabinieri di Rovezzano-Firenze.

I provvedimenti di fermo sarebbero motivati da consistenti indizi a carico degli anarchici arrestati per il confezionamento ed il porto di un micidiale ordigno esplosivo che ha provocato le lesioni gravissime al Sovrintendente della Polizia di Stato Mario Vece. Analogamente sarebbero emersi gravi indizi per i tre militanti arrestati per il porto ed il lancio degli ordigni incendiari alla caserma dei Carabinieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»