Bartolini difende i suoi corrieri: “Sono eroi, pacchi non portano virus”. Magazzino Roveri presto a pieno regime

Bartolini rassicura sul fatto che il focolaio è sotto controllo e annuncia che le attività nel magazzino delle Roveri dovrebbero tornare a pieno regime dalla prossima settimana
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Nei giorni scorsi un corriere dell’azienda Bartolini a Bologna si è trovato un cartello con la scritta ‘Untore’ lasciato sul furgone delle consegne, a seguito del focolaio di covid-19 scoppiato nel magazzino in zona Roveri. E oggi l’azienda prende le difese dei propri autisti. “Tutta la Brt è vicina ai driver- afferma- eroi della delivery nei mesi più difficili della pandemia, assicurando l’essenziale invisibile agli occhi”. Al contempo, Brt ci tiene anche a “rassicurare la clientela finale sulla ripresa, come sempre in totale sicurezza, della nostra attività”.

L’azienda garantisce che “la sicurezza è una priorità, soprattutto in fase di consegna. Così, nell’intento di adottare tutte le misure necessarie a salvaguardare la salute di chiunque interagisca con il network, fin dall’inizio dell’emergenza la società ha stabilito la consegna dei pacchi a debita distanza, eliminando al contempo la richiesta di raccolta firma del destinatario, per favorire il corretto distanziamento sociale”. Brt ricorda anche che, ad oggi, “non ci sono evidenze scientifiche che il virus si possa diffondere attraverso i pacchi”.

E aggiunge: “Dal lockdown in poi l’attività di Brt Corriere Espresso ha rappresentato un servizio necessario e fondamentale per connettere il Paese. Tanto che durante la pandemia non si è mai fermato, a dispetto delle difficoltà, contribuendo a supportare la vita economica delle aziende italiane attive nella consegna di beni necessari ad ospedali e farmacie”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Focolaio Bartolini a Bologna, dopo le Roveri ora si teme all’Interporto

BRT: SEDE ROVERI TORNA A PIENO REGIME PROSSIMA SETTIMANA

Le attività nel magazzino Bartolini in zona Roveri a Bologna dovrebbero “riprendere a pieno regime a partire dalla prossima settimana”. A comunicarlo è la stessa azienda di logistica, precisando che il focolaio di covid-19 scoppiato nei giorni scorsi è ormai “sotto controllo“. Bartolini quindi “prosegue l’attività del proprio sito logistico di Bologna Roveri. Una decisione assunta con il benestare dell’Ausl, anche dopo il riscontro dello screening a cui sono stati sottoposti tutti gli operatori del magazzino”.

Sin dall’inizio dell’emergenza, assicura la stessa Brt, “l’azienda si è attivata tempestivamente e ha seguito con estrema attenzione l’evolversi della situazione, agendo in stretta collaborazione con l’Ausl, sospendendo immediatamente in via precauzionale tutto il personale del fornitore, contingentando e razionalizzando le attività operative e, nel contempo, verificando la diffusione del contagio, in rigorosa conformità” al Protocollo di sicurezza previsto per i luoghi di lavoro. Il magazzino alle Roveri “sta dunque andando verso una normalizzazione dell’operatività logistica. L’azienda conta di poter riprendere le attività a pieno regime a partire dalla prossima settimana”, afferma Bartolini.

LEGGI ANCHE: A Bologna presidio Si Cobas in Comune: “Chiudere Bartolini alle Roveri”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»