Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tunisia, eletta la prima donna sindaco: è islamista

La dirigente di Ennahda eletta dal consiglio comunale di Tunisi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si chiama Souad Abderrahim, e’ una dirigente del partito islamista Ennahda e da oggi anche la prima donna sindaco che Tunisi abbia mai avuto. A eleggere la dirigente e’ stato il Consiglio comunale della capitale. Ventisei i voti in favore del neosindaco, contro i 22 ottenuti da Kamel Idir, candidato del partito laico Nidaa Toune’s criticato per i legami con il regime di Zine El Abidine Ben Ali.

Abderrahim, 53 anni, ha alle spalle una lunga militanza. Al movimento islamista si era legata sin dal tempo degli studi in farmacologia all’Universita’ di Monastir, nel sud meno sviluppato della Tunisia. Nel 1985 aveva anche trascorso 15 giorni in carcere: all’origine dell’arresto una rissa tra militanti islamisti e di sinistra. La svolta, sul piano politico e anche delle opportunita’ personali, e’ arrivata con la rivoluzione del 2011.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»