Clima, contro le calamità la Lombardia schiera un web-consigliere

'Simulator-Ads' è una piattaforma web che serve a fornire istantaneamente le informazioni utili alle autorità per fronteggiare la difficile gestione della calamità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Contro le emergenze legate a eventi climatici estremi, incendi e terremoti, la Regione Lombardia si dota di un nuovo sistema che ‘guida’ Protezione civile e sindaci nel prendere decisioni nelle situazioni critiche. Chiamato Simulator-Ads è una piattaforma web per gestione e prevenzione dei rischi; serve a fornire istantaneamente le informazioni utili alle autorità per fronteggiare la difficile gestione della calamità.

Attraverso Simulator le istituzioni locali potranno quindi accedere in un’unica visualizzazione a una serie di informazioni utili, come mappe satellitari, informazioni metereologiche e climatiche aggiornate e in evoluzione, normative vigenti (nazionali e locali) in materia di calamità di protezione civile e best practice già messe in atto in precedenza.

Finanziato da Regione Lombardia con 1,189 milioni di euro, su un valore totale di due milioni di euro, il prototipo vede la luce dopo due anni e mezzo di ricerche guidate da un team di quattro persone di Cefriel affiancato da cinque partner di eccellenza: il Cnr, attraverso l’Istituto per la dinamica dei processi ambientali (Idpa Largelab) e l’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente (Irea), la Fondazione Eucentre che si occupa di ricerca e formazione nell’ambito dell’ingegneria sismica, la pmi innovativa TerrAria, che fornisce strumenti informatici a servizio dell’ambiente e il territorio, il fornitore di servizi meteorologici e climatici Meteo operations Italia e, infine, Mixel, consorzio che progetta e sviluppa mobile application.

Proprio Mixel ha sviluppato un’applicazione mobile che permette a chi opera nei luoghi interessati da eventi catastrofici, gli operatori del sistema di Protezione civile e i cittadini, di scambiarsi informazioni in tempo reale utili nella gestione effettiva delle emergenze.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

3 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»