Salvini: “Quello che non c’è nel contratto di governo non si tocca”

Il neoministro dell'interno rassicura dopo le divergenze di vedute tra Lega e M5s su infrastrutture e unioni civili: "E' un'alleanza sul contratto, non politica"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Nel contratto c’è scritto scritto che va ridiscusso il progetto con i francesi, altre opere non sono in discussione”. Lo dice Matteo Salvini, leader della Lega e vicepremier, durante la sua tappa a Catania in Sicilia, a chi gli chiede del destino delle infrastrutture come Tav e Pedemontana.

Il riferimento è alle posizioni del neo ministro delle infrastrutture, Danilo Toninelli (M5S), che non ha mai nascosto la propria contrarietà al progetto Tav, ma rassicura anche i pentastellati sulle posizioni del leghista Fontana, neo ministro per la Famiglia, contrario alle unioni civili.

“Con i 5 Stelle c’è un’alleanza sul contratto, non un’alleanza politica. Alle elezioni andremo separati- specifica Salvini- e cio’ che non è nel contratto non viene preso in discussione, cosi’ si evita di litigare”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»