Referendum, Di Maio: “Via il quorum, non decide chi va al mare”

"Noi dobbiamo fare una cosa: darvi degli strumenti per cui quando volete cambiare le cose non dovete andare per forza a pregare un politico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Noi dobbiamo fare una cosa: darvi degli strumenti per cui quando volete cambiare le cose non dovete andare per forza a pregare un politico e quegli strumenti sono nel contratto di governo e li abbiamo messi nero su bianco: prima di tutto via il quorum ai referendum perchè devono decidere quelli che vanno a votare non quelli che vanno al mare. Cosi’ nessun politico piu’ si permetterà di dire ‘andate al mare, non andate a votare'”. Lo dice il leader M5s Luigi Di Maio parlando da Ragusa durante il suo tour in Sicilia.

“Riccardo Fraccaro- aggiunge- è il primo nella storia delle nazioni occidentali ad essere ministro per la democrazia diretta e partecipata in Italia. Questo è importante perchè noi non stiamo andando al governo per impadronirci del potere, noi vogliamo andare li’ per restituirvelo il potere e per farlo non possiamo immaginare di far esistere il Movimento 5 stelle all’infinito”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»