Per il 2 giugno la centrale nucleare del Garigliano diventa tricolore

La centrale nucleare illuminata diviene il simbolo dell’impegno quotidiano di tutti i suoi lavoratori per garantire la sicurezza dei cittadini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sogin_garigliano

ROMA  – La centrale nucleare del Garigliano (Caserta) è stata illuminata, in occasione del 70° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana, con i tre colori della bandiera.

L’iniziativa si è svolta ieri sera con il progressivo “tingersi” di verde, bianco e rosso della centrale campana oggi in fase di smantellamento (decommissioning).

Sogin celebra così la nascita e i valori della Repubblica Italiana. La centrale nucleare illuminata diviene il simbolo dell’impegno quotidiano di tutti i suoi lavoratori per garantire la sicurezza dei cittadini e la salvaguardia dell’ambiente nelle attività di smantellamento degli impianti nucleari e di gestione dei rifiuti radioattivi. La Società ha, inoltre, il compito di localizzare, realizzare e gestire il Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi che sarà realizzato all’interno di un Parco Tecnologico. Si tratta di un’opera di interesse strategico per il Paese che consentirà di chiudere il ciclo elettronucleare e di sistemare in una sola infrastruttura tutti i rifiuti radioattivi italiani oggi custoditi in decine di depositi temporanei.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»