hamburger menu

Crisanti: “Presto Omicron 5 in Italia. Nuove varianti più infettive per i vaccinati”

Dopo la variante Omicron 3, in Italia è stata già isolata la nuova sotto variante BA.4 di Omicron in due laboratori, uno a Reggio Calabria e l’altro a Monza

varianti covid emilia romagna

ROMA – “Non sono più contagiose, semmai sono più infettive per i vaccinati“. Ha risposto così Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di Microbiologia molecolare all’Università di Padova, interpellato dalla Dire in merito alla diffusione in Italia delle nuove varianti Omicron 3 e 4. “Questo accade- ha spiegato Crisanti- perché queste varianti non vengono riconosciute dal vaccino”.

Dopo la variante Omicron 3, intanto, in Italia è stata già isolata la nuova sotto variante BA.4 di Omicron in due laboratori, uno a Reggio Calabria e l’altro a Monza. Ne arriveranno delle altre? “Il punto non è fare la ‘collezione’ delle varianti- ha risposto il microbiologo alla Dire- ma vedere se hanno o meno una capacità di diffusione, sono due cose completamente diverse”. Al momento, però, di loro se ne sa “ancora pochissimo, probabilmente hanno una contagiosità un po’ più elevata per i vaccinati, ma tutto qui”.
Quanto ad Omicron, secondo alcuni esperti, si tratterebbe di una variante diversa dalle altre perché ha una capacità straordinaria di evolversi. Ma cosa cambia rispetto agli altri virus? “Nulla, ci sono alcuni virus che cambiano in continuazione, altri un po’ meno– ha chiarito Crisanti- dipende molto dalla biologia del virus”. Fatto sta che ad oggi ogni nuova subvariante si è mostrata più abile nell’infettare rispetto alla precedente, questo perché “il processo evolutivo va in quella direzione, cioè la spinta evolutiva è proprio verso la capacità riproduttiva. Quindi è logico- ha detto l’esperto- che si avvantaggiano le varianti più infettive”.

In Sudafrica si va addirittura verso la quinta ondata, mentre si sono già diffuse ampiamente le varianti Omicron 4 e 5. Arriveranno anche da noi? “Se sono in Sudafrica- ha risposto Crisanti alla Dire- prima o poi arriveranno anche in Italia, è inevitabile”. Interpellato poi sull’utilizzo della mascherina, ancora obbligatoria al chiuso fino al 15 giugno su trasporti, per spettacoli e in strutture socio-sanitarie, il microbiologo ha detto: “La mascherina protegge molto bene, il problema è che a livello di popolazione non ha molto effetto. Se ci mettiamo la mascherina al supermercato, ma poi la togliamo quando andiamo al ristorante o in discoteca, la mascherina durante la giornata avrà un impatto del 10%, se tutto va bene. La mascherina protegge chi la usa in continuazione e in modo diligente”.

Secondo il suo collega Bassetti, la mascherina adesso “funge più da ansiolitico”, come se si trattasse di una sorta di “coperta di Linus”, che non da “reale dispositivo di protezione individuale”. Resta il vaccino quello a cui dobbiamo principalmente puntare? “È evidente, su questo non c’è dubbio- ha risposto Crisanti- d’altronde anche l’esperienza cinese dimostra chiaramente che le misure di contenimento con questo virus non funzionano. Allora la mascherina deve essere usata da persone fragili e dalle persone che sono vicine ai fragili”.

Fra poco arriverà l’estate e poi di nuovo l’autunno… Che scenario immagina per il futuro? “Dipende moltissimo dalla durata della vaccinazione e da quante persone si infettano durante questo periodo- ha detto ancora il microbiologo alla Dire- più persone si infettano e più saremo protetti”. Ma una ennesima ondata ce la dobbiamo aspettare? “Se noi oggi paradossalmente mettessimo delle restrizioni per proteggere i fragili- ha risposto infine Crisanti- di fatto il virus circolerebbe di meno e avremmo un problema maggiore a settembre/ottobre. Cosa diversa, invece, è permettere al virus di circolare tra le persone sane e proteggere i fragili– ha concluso- Non ci sono alternative a questo approccio”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-04T08:59:33+02:00