hamburger menu

Piero Angela riceve la cittadinanza onoraria di Nemi

Il sindaco Alberto Bertucci, presentando l'89esima edizione della Sagra delle Fragole e Mostra dei Fiori, conferisce l'onorificenza al giornalista e divulgatore scientifico

03-05-2022 14:41
piero angela nemi
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – L’Amministrazione Comunale di Nemi, dopo i due anni di restrizioni Covid-19, rilancia l’evento più atteso, la Sagra delle Fragole e Mostra dei Fiori che arriva all’89esima edizione e punta anche sulla cultura e sull’importante patrimonio archeologico e naturale. Per questa prima edizione senza restrizioni il sindaco Alberto Bertucci ha pensato di scrivere una pagina storica per Nemi donando la cittadinanza onoraria a Piero Angela, una figura di altissimo livello culturale e storico di questo Paese per la divulgazione scientifica che ha fatto crescere l’intera nazione e i cittadini italiani.

Piero Angela ha accettato con entusiasmo l’iniziativa dell’amministrazione Bertucci e ha voluto promuovere Nemi e l’evento delle fragole del 5 giugno con un video che verrà caricato sulla pagina Facebook istituzionale volto a divulgare ad un pubblico più vasto possibile le peculiarità storiche, archeologiche, culturali e della tradizione di Nemi viste dal giornalista e divulgatore scientifico.

Da un secolo a questa parte gli abitanti di questa bellissima cittadina dei Castelli Romani portano avanti questa tradizione: protagoniste della sagra come ogni anno saranno le bellissime “Fragolare” che sfileranno in corteo per l’intero paese indossando il costume tradizionale: gonna rossa, bustino nero, camicetta bianca e mandrucella di pizzo in testa. Lo annuncia in una nota il Comune di Nemi.

Il sindaco Alberto Bertucci assicura che il calendario sarà ricco di appuntamenti: “L’edizione di quest’anno propone un cartellone ricco di appuntamenti che cerca di andare incontro a tutte le esigenze e i gusti dei tantissimi partecipanti tra i turisti, i visitatori, i numerosissimi castellani che affollano ogni anno il piccolo borgo, gli appassionati d’arte e di storia e ovviamente, i più piccoli. Inoltre per tutta la prima settimana di giugno si potranno gustare le due varietà tipiche della zona: le famose fragoline e i fragoloni, passando poi per le marmellate, i liquori, lo spumante fragolino, eccetera”.

“Ricco sarà inoltre tutto il programma estivo a Nemi – prosegue il primo cittadino – e attesissima sarà l’edizione di Borgo DiVino, kermesse enologica che animerà, dal 9 al 11 settembre, il centro storico del borgo di Nemi, nel cuore dei Castelli romani, con tre serate all’insegna di degustazioni, approfondimenti tematici e masterclass dedicate al piacere di un buon calice. Incontri che permetteranno ai degustatori di vino, più e meno esperti, di conoscere al meglio le innumerevoli variazioni di un prodotto caposaldo del Made in Italy e non solo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-03T14:41:40+02:00