hamburger menu

Papa Francesco: “Putin non si ferma, sono pronto a incontrarlo a Mosca”

Il pontefice spiega che sta insistendo, tramite il cardinale Parolin, per avere un incontro con Putin

03/05/2022
papa francesco

ROMA – “Ho chiesto al cardinale Parolin, dopo venti giorni di guerra, di far arrivare il messaggio a Putin che io ero disposto ad andare a Mosca. Certo era necessario che il leader del Cremlino concedesse qualche finestrina. Non abbiamo ancora avuto risposta e stiamo ancora insistendo anche se temo che Putin non possa e voglia fare questo incontro in questo momento. Ma tutta questa brutalità come si fa a non fermarla? Venticinque anni fa con il Ruanda abbiamo vissuto la stessa cosa”. Lo dice Papa Francesco, intervistato dal direttore del Corriere della Sera, Luciano Fontana.

A Kiev per ora non vado– aggiunge Papa Francesco- sento che non devo andare. Io prima devo andare a Mosca, prima devo incontrare Putin. Ma anche io sono un prete, che cosa posso fare? Faccio quello che posso. Se Putin aprisse la porta…”.

PAPA: “GRAZIE AI GIORNALISTI CHE CON CORAGGIO CI INFORMANO SULLE PIAGHE DELL’UMANITÀ”

“In questa Giornata della Libertà di Stampa, Preghiamo Insieme per i giornalisti che hanno pagato di persona, con la vita o con il carcere, per servire questo diritto. Un grazie speciale a quanti di loro, con coraggio, ci informano sulle piaghe dell’umanità”. Così Papa Francesco su twitter. 

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-04T08:59:29+02:00

Ti potrebbe interessare: