Si chiama ‘Fasedue’ la app per la spesa di quartiere

Gratuita e solidale, mette in contatto con i commercianti sotto casa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le nuove regole di convivenza hanno portato alla nascita di lunghe file fuori dai negozi di alimentari e molte persone hanno iniziato ad approfittare della possibilità di richiedere la spesa a casa e al contempo hanno riscoperto la bellezza del negozio sotto casa, che forse avevano dimenticato. Sono rinati i servizi di consegna di vicinato, anche per permettere alle persone di restare a casa e rispettare quanto richiesto per fronteggiare l’emergenza.

Per questo i cittadini si sono organizzati e hanno lanciato ‘FASEDUE’, un’App completamente gratuita e solidale per mettere in contatto le persone con i negozianti sotto casa, in primo luogo, ma anche con il piccoli e grandi eccellenze agroalimentari. FASEDUE ha deciso di aiutare le piccole realtà e i negozi di quartiere, fornendo gratuitamente una vetrina virtuale, facilmente utilizzabile anche da esercenti ‘vecchio stampo’, mettendoli in contatto con le famiglie e tutti i cittadini che vogliono richiedere la spesa a casa nel loro quartiere e non solo.

La App sarà disponibile per Android e IOS e scaricabile da www.fasedue.org, oltre che da App store e Google play. E non è che un inizio. Tra le successive funzionalità, il salta la fila, la possibilità di fissare un appuntamento per i servizi via via che riprenderanno, un sistema di funzionamento. Lo si legge in una nota diffusa dai creatori della app.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»