Marchi e brevetti, Titano sigla memorandum con l’Unione europea

SAN MARINO - Un memorandum che avvia relazioni ufficiali e
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – Un memorandum che avvia relazioni ufficiali e di cooperazione fra l’Euipo, ufficio dell’Ue per la proprità intellettuale, e l’Ufficio di Stato Brevetti e Marchi della Repubblica di San Marino è stato siglato oggi a Palazzo Begni. Una nota della segreteria di Stato per gli Affari esteri spiega l’importanza dell’iniziativa che “avrà ricadute positive in termini di miglioramento dei servizi per l’utenza nelle procedure di registrazione di marchi e design, con opportunità nell’area della formazione sulla Proprietà Industriale per il personale dell’ufficio di Stato, possibilità di stage presso l’Euipo per i giovani sammarinesi”. A siglare l’intesa il Direttore Esecutivo dell’Euipo – Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale Antonio Campinos e la Direttrice dell’Usbm, Silvia Rossi.

In dettaglio, il Memorandum d’Intesa siglato prevede, fra l’altro, di mettere in comunicazione i registri informatici tenuti dall’Usbm con i database gestiti dall’Euipo, denominati TMview e Designview; “la consultazione dei dati relativi ai titoli depositati nella Repubblica di San Marino- prosegue la nota- consentirà un evidente aumento di visibilità delle registrazioni concesse dall’Ufficio di Stato Brevetti e Marchi nel settore dei marchi e del design”. La firma è stata anche l’occasione per Campinos, accompagnato dal Direttore del Dipartimento Affari Legali e Cooperazione Internazionale, Joao Negrao, di compiere una visita ufficiale sul Titano. Gli ospiti hanno infatti incontrato una delegazione di governo composta dai Segretari di Stato agli Esteri, Nicola Renzi, all’Industria, Andrea Zafferani, all’Università, Ricerca e Innovazione, Marco Podeschi. Al termine dei colloqui, dopo la cerimonia di firma del Memorandum d’Intesa, gli ospiti sono stati infine ricevuti in udienza dai Capitani Reggenti, Mimma Zavoli e Vanessa d’Ambrosio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»