Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Sport e grande pubblico, a Roma Piazza di Siena rinasce

Nuova visione per concorso ippico, più importanza a eleganza e cultura Villa Borghese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un’edizione “start-up” ma con tutte le premesse per fare bene. Piazza di Siena ricomincia a 85 anni: tradizione, fascino e storia da quest’anno si arricchiscono dell’esperienza della Coni servizi per “rinnovarsi e segnare il Rinascimento di Villa Borghese“.

L’evento

Il via il prossimo 24 maggio per cinque giorni nel cuore dell’equitazione e di Roma per un’esperienza partecipata e condivisa, come vuole la nuova visione. L’obiettivo e’ avvicinare il grande pubblico. Per la prima volta il Concorso ippico internazionale ufficiale sara’ organizzato dalla Federazione italiana sport equestri in joint venture con la Coni servizi, entrando nel bouquet di eventi come il Golden Gala di atletica e gli Internazionali di tennis.

“Ci siamo affidati ai migliori”, ha detto senza giri di parole il presidente della Fise, Marco Di Paola, spiegando che la partnership con il Coni “durera’ 8 anni e ha l’ambizione di rilanciare l’evento”.

Il grande spazio riconosciuto alla storia e al rapporto con la citta’ e’ evidente fin dalla presentazione di oggi, andata in scena presso il Quarto reggimento dei Carabinieri a cavallo, lungo viale di Tor di Quinto, e che ha toccato il culmine con l’omaggio alla Capitale grazie alle note di ‘Roma non fa’ la stupida stasera’ suonate dai cavalieri dell’Arma.

“C’e’ stato il consolidamento di una storia importante, a volte complicata- ha spiegato il presidente del Coni, Giovanni Malago’– Abbiamo fatto tutto in poche settimane, sara’ un’edizione start-up ma ci sono tutte le premesse per fare bene, con una eccezione che diventera’ sempre più la regola. Gli 85 anni non si sentono, ripartiamo più di prima e meglio di prima”.

Le novita’

Il cambiamento cresce e si sviluppa sulla rivalutazione dell’ambiente: un percorso attraverso le bellezze architettoniche presenti a Villa Borghese e a cui viene ridata importanza, dal Tempio di Diana alla Casina di Raffaello fino alla Casina dell’Orologio.

Piazza di Siena “deve tornare a essere un evento romano– ha detto Di Paola rivolgendosi all’assessore comunale allo Sport, Daniele Frongia- una grande festa di tutti i cittadini”.

E il Concorso e’ un “un onore per Roma, siamo ancora più felici che questa sia un’edizione gratuita e aperta alla cittadinanza sempre più coinvolta”, ha replicato Frongia, che si e’ impegnato “a rendere sempre più internazionale questo evento tipicamente romano”.  Piazza di Siena “e’ patrimonio della citta’ e non puo’ non esserci un matrimonio tra il Coni e il Comune di Roma”, ha fatto eco Malago’.

Le intenzioni sono ambiziose: sostituire in tempi rapidi la sabbia dell’ovale con un prato in erba naturale come quello dello stadio Olimpico. La manutenzione durera’ molti anni e non riguardera’ soltanto Piazza di Siena ma l’intera Villa Borghese. Nell’ovale di gara, intanto, si confronteranno i migliori interpreti del jumping mondiale, con grande attesa in particolare per la Coppa delle Nazioni e il Gran Premio Loro Piana Citta’ di Roma, ma anche un occhio di riguardo per i giovani e le nuove leve.

Come ogni anno, si rinnovera’ l’appuntamento con i cavalli e i cavalieri protagonisti dei Caroselli. L’ingresso per il pubblico sara’ gratuito con posti disponibili nella tribuna Raffaello, e in generale tutti gli allestimenti sono progetti per esaltare il fascino del luogo nel pieno rispetto dei vincoli storico-ambientali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»