Giornale radio sociale, edizione del 3 aprile 2020

Approfondimenti e notizie sul sociale su www.giornaleradiosociale.it
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ECONOMIA – Reddito per tutti. “Un indennizzo che potrebbe andare sul conto corrente personale, o su un conto con apertura dedicata, o attraverso una carta elettronica”. Così il ministro Catalfo ha annunciato il reddito di emergenza per chi è sprovvisto di ammortizzatori sociali e misure di sostegno.

SOCIETA’ – Scuole chiuse a luglio. Secondo la Ministra Azzolina non c’è alcun bisogno di prolungare le lezioni fino in estate. La didattica a distanza sta funzionando. Sono in arrivo risorse per l’acquisto di tablet, pc e per consentire alle scuole di navigare gratuitamente a banda ultra larga. Se alcuni studenti avranno bisogno di recuperare, si potrebbe ipotizzare una finestra dedicata a settembre.

DIRITTI – Liberiamoli. Ci sono una sessantina di “piccoli galeotti” nelle carceri italiane insieme alle loro madri. Sarebbe proprio questo il momento giusto per farli uscire. Lo propone Luigi Manconi, secondo il quale servirebbe uno stanziamento di circa un milione di euro per collocarli nelle case famiglia, ma le risorse non ci sono. Ascoltiamolo. (sonoro)

INTERNAZIONALE – Paese a rischio. A causa del Coronavirus, la Colombia sta rischiando il collasso del sistema penitenziario. La situazione infatti era già molto precaria, con livelli di sovraffollamento che in alcuni casi superano del 500% il numero di detenuti consentiti. A questo si aggiungono oggi condizioni igieniche precarie, acqua non sempre disponibile e l’assenza di dispositivi di protezione. In molti istituti sono scoppiate violente rivolte.

SPORT – A scuola di salute. Il CUS dell’Università di Bergamo proporrà programmi di smart training per tenersi in forma durante la quarantena. Il servizio di Elena Fiorani
il Centro Universitario Sportivo di Bergamo, che da sempre promuove l’attività sportiva e uno stile di vita sano tra studenti, personale docente e tecnico-amministrativo dell’Università e del territorio, si mette in gioco per la salute dei bergamaschi. Con questa iniziativa il CUS risponde all’appello dell’OMS e di Regione Lombardia di prendersi cura del proprio benessere, fisico e mentale, mettendo a disposizione di tutta la comunità le competenze dei trainer, tutti laureati in scienze motorie, e proponendo lezioni e attività da fare in casa. Il Cus conferma la sua identità di «palestra inclusiva»: grazie ad attrezzature specifiche mette a disposizione di persone con disabilità, istruttori opportunamente formati per garantire la giusta preparazione atletica, ogni ragazzo è in contatto con il proprio allenatore che lo segue per via telematica.

CULTURA – Comunicazione digitale. La rete dei Centri di servizio sta “trasferendo” online le iniziative formative. Al via oggi il seminario organizzato dal Csv Basilicata in due edizioni, ciascuna delle quali di 3 giornate e 6 ore complessive su come ottimizzare l’uso dei social network. Il centro ha deciso di supportare tutte le associazioni mettendo a disposizione l’accesso a una piattaforma online per la gestione di riunioni e attività a distanza.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»