Coronavirus, riapre a Roma il mercato Campagna Amica al Tiburtino

Numerino per l'ingresso contingentato, sedie ad almeno un metro l'una dall'altra per l'attesa in un ampio cortile, maschere e guanti per tutto il personale
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – I contadini tornano a portare a Roma i prodotti freschi del territorio. Dopo settimane di chiusura, il mercato Campagna Amica del Tiburtino ha riaperto i battenti. Numerino per l’ingresso contingentato, sedie ad almeno un metro l’una dall’altra per l’attesa in un ampio cortile, maschere e guanti per tutto il personale: la riorganizzazione in ottemperanza delle nuove regole e’ rigorosa. “Quella del Tiburtino- spiega la direttrice Coldiretti Lazio, Sara Paraluppi– e’ l’unica struttura del nostro circuito di Roma che e’ stato possibile adeguare alle norme”.

E la sua riapertura e’ una boccata d’ossigeno per molti agricoltori abituati alla vendita diretta, per cui il mercato e’ una fonte di reddito importante. “Abbiamo lottato per la riapertura– racconta la titolare di una azienda agricola- siamo contentissimi. In queste settimane siamo stati in difficolta’, specialmente perche’ e’ un periodo di prodotti freschi, primizie come zucchine, fragole e piselli. E’ quindi di solito un periodo di felicita’, l’arrivo della primavera, e invece ci siamo trovati fermi”.

La riapertura era attesa anche dagli abitanti del quartiere, a decine pazientemente in fila per entrare. “Ho sempre fatto la spesa da piccoli produttori- spiega un cliente regolare del mercato- specialmente in questo periodo e assurdo che la gente riempia i carrelli dei supermercati quanto le piccole botteghe soffrono.

LE INIZIATIVE DI COLDIRETTI

Dovrebbero tutti venire qua”. Ad accompagnare i prodotti del territorio, le iniziative promosse da Coldiretti per ricordare agli avventori la tradizione e i valori della comunita’. Dopo la spesa contadina a domicilio, il sindacato promuove la ‘spesa sospesa’ a favore delle famiglie in questo momento piu’ vulnerabili. “Raccogliamo fondi e prodotti da consegnare ad alcune comunita’ del territorio in tutta Italia- spiega ancora Sara Paraluppi- A Roma lavoriamo con Caritas, con Sant’Egidio, con i circoli di San Pietro e altri ancora a cui possiamo consegnare prodotti per le famiglie bisognose”. “Abbiamo anche una carrellata di dolci pasquali– conclude la direttrice di Coldiretti Lazio- e ci siamo fatti arrivare i migliori dolci della tradizione. Ma si possono trovare anche tutti gli ingredienti per cucinare visto che abbiamo piu’ tempo da passare a casa”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»