Petrolio, Renzi: Emendamento fu una mia idea e lo rivendico

"L'idea di sbloccare le opere pubbliche e private l'abbiamo presa noi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ho scelto io di fare questo emendamento. Lo rivendico con forza. L’idea di sbloccare le opere pubbliche e private l’abbiamo presa noi. La rivendico, per Tempa rossa così come per Pompei, per esempio”. Lo afferma Matteo Renzi, ospite di In 1/2h.

Se qualcuno ha pagato tangenti o ha fatto degli illeciti in quel caso voglio che sia scoperto, chiedo ai magistrati di fare il massimo degli sforzi. Noi non sapevamo delle indagini, è giusto così”, afferma Renzi e aggiunge: “Con i nostri provvedimenti stiamo cambiando l’Italia: se i magistrati vogliono interrogarmi, mi possono interrogare non solo su Tempa Rossa ma anche su tutto il resto che abbiamo sbloccato: Napoli-Bari, Salerno-Reggio Calabria, variante di valico. Se vogliono mi possono interrogare, anche oggi pomeriggio. Io non sapevo nulla” dell’indagine su Tempa Rossa, “noi non sapevamo dell’indagine perché per noi il potere legislativo e il potere giudiziario sono separati. Ai magistrati chiedo anzi di fare il loro lavoro fino in fondo“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»